Consiglio Pastorale

VERBALE DEL CONSIGLIO PASTORALE DEL 28 SETTEMBRE 2017
Inizio ore 20,30 con lettura del Vangelo dalla prima lettera di S. Paolo ai Corinzi 12 - Presiede il Consiglio: Don Giuseppe Tassoni Apre l’incontro Don Giuseppe con il tema SINODO GIOVANI e fa una breve riflessione sulla lettera del Vescovo che accogliendo l’invito di Papa Francesco, chiede per il prossimo anno pastorale di porre al centro delle nostre riflessioni i giovani. Sostiene che bisogna leggere il documento, studiare il percorso da fare e capire come avvicinare, incontrare, interessare e coinvolgere i giovani che sono lontani dalla parrocchia. Stefano Casara informa che per questo cammino la diocesi prevede tre passi importanti: 1) Ogni Consiglio Pastorale deve programmare un incontro di dialogo con i giovani. 2) Il Vescovo andrà in visita nelle 10 zone pastorali. 3) Per sabato 2 giugno è stato organizzato un pellegrinaggio diocesano della pastorale giovanile al monte Summano. Don Luca riferisce che c’è già stato un incontro con la pastorale giovanile durante il quale è stata letta una guida sul percorso da intraprendere. Sarà quindi un lavoro che inizierà dai Gruppi Giovanili per poi allargarsi al Consiglio Pastorale
NOTIZIE DAI VARI AMBITI
Per l’AREA CARITATIVA, Claudia Vemelli, porta a conoscenza dell’incontro avuto dall’area caritativa e informa sulla nascita di un nuovo gruppo: “GRUPPO DI ANIMAZIONE MISSIONARIA UNITA’ PASTORALE DI MALO”, formato da giovani pieni di entusiasmo e buona volontà, che hanno l’intento di promuovere un nuovo concetto di missionarietà. Questo gruppo ha già predisposto un programma intenso di appuntamenti per il mese di ottobre. Don Giuseppe fa notare che questo è il primo vero tentativo di Unità Pastorale perché unisce veramente le due comunità di Malo e Molina. Claudia Vemelli prosegue con il resoconto della Giornata della Carità e Prossimità tenuta il 24 settembre con la raccolta di offerte in chiesa che contribuiranno all’aiuto di 150 famiglie seguite dalla Caritas.
Per l’AREA SOCIALE, Elia Filippi, riferisce che quest’anno la sagra organizzata da Campo Malo, a causa del maltempo, non ha avuto i risultati sperati. C’è stata comunque una buona intesa con Pro Malo e si è riusciti a lavorare bene insieme. Un grazie anche ai Carabinieri che hanno dato una mano anche quando c’è stato lo spostamento dello spettacolo dal Pascoletto al Cinema Aurora. Si sta ultimando anche il bilancio economico, i risultati del quale verranno portati al prossimo incontro del Consiglio Pastorale.
Per l’AREA ANNUNCIO, Giulia Manea, si riallaccia a quanto detto da Don Luca e riferisce che si sono interrogati su quali sono gli obiettivi, i bisogni e cosa si può fare per i giovani. Per questo hanno deciso di ritrovarsi il 2 ottobre per discutere di questi temi.
Per l’AREA LITURGICA, Stefano Casara, aggiorna sul corso di dizione per lettori, organizzato da Don Pierangelo Ruaro che si terrà tutti i lunedì di novembre. Sarà un percorso aperto a tutto il vicariato e avrà per titolo “DARE VOCE ALLA PAROLA”. Per questi incontri di formazione dei lettori biblici, la diocesi, si appoggia alla Sig.ra Franca Grimaldi, professionista, insegnante di dizione e appassionata del suono e della vocalità. Stefano, si augura che ci sia una buona partecipazione e sta preparando una locandina con il programma completo.
SACRAMENTI: Don Giuseppe, porta a conoscenza che ci saranno dei cambiamenti riguardanti Prima Confessione e Prima Comunione. Questi sacramenti non saranno più fatti tradizionalmente con un unico gruppo ma verranno formati dei gruppi e fatte delle piccole celebrazioni. Sottolinea inoltre che sarà importante il messaggio che riceveranno i bambini sull’EUCARESTIA domenicale e l’incontro con Gesù. Oltre al catechismo tradizionale i bambini che frequentano Scout o ACR potranno sviluppare il loro percorso di preparazione anche all’interno di questi gruppi.
RISTRUTTURAZIONE BOCCIODROMO: Don Giuseppe, ha parlato riguardo la ristrutturazione dell’ex bocciodromo. C’è stato un incontro con l’Amministrazione Comunale durante il quale è stato discusso il progetto dell’Ing. Lain che a suo tempo aveva vinto il concorso come miglior proposta. Il nuovo segretario comunale ha accolto con piacere questo progetto e l’Amministrazione ha chiesto all’Ing. Lain di fare un nuovo studio anche per l’area retrostante l’edificio da adibire all’organizzazione delle feste. Nell’ex bocciodromo dovrebbero trovar spazio due piste da bocce, una pista per il pattinaggio, un magazzino, una sala musica/feste. Nell’area retrostante, invece, dovrebbero trovar posto degli stand con impianti fissi per l’organizzazione delle feste di paese.
SEDE SCOUT: La sede che era stata proposta a fianco al Centro Giovanile nello studio di fattibilità presenta dei vincoli che ne limitano la realizzazione. Nello studio di una nuova progettazione dell’intera area interessata è ritornata la proposta di collocare la sede Scout nel brolo della canonica. La richiesta è al vaglio degli Uffici competenti.
VARIE: Saranno  rifatti con l’aiuto di Stefania Lanaro, i libretti dei canti per la chiesa. Danilo Panizzon, riferisce che in San Gaetano è iniziato l’utilizzo delle classi per le scuole elementari. Al momento non ci sono problemi. Chiede cortesemente a chi utilizza le stanze pomeriggio e sera per i vari incontri parrocchiali di farne un adeguato uso rispettando l’ordine e la pulizia.

Fine della riunione alle ore 22,30 - La Segretaria, Maria Rosa De Zen

 

RIASSUNTO DELL’INCONTRO Consiglio Pastorale Parrocchiale e Consiglio Affari Economici di lunedì 3 luglio 2017
Lunedì 3 luglio si sono incontrati il Consiglio Pastorale Parrocchiale e il Consiglio Affari Economici per valutare l’eventuale acquisto di un’area destinata al campeggio.

Attualmente oltre al costo di affitto del terreno c’è anche un’importante costo per il trasporto del materiale necessario al montaggio del campo.
Per questo si è pensato all’acquisto di uno spazio verde, possibilmente con maso o altra struttura che servirebbe poi ad immagazzinare tutto il materiale a fine campeggio.

Tra i molti luoghi visitati tre possono essere adatti allo scopo: Tonezza del Cimone(VI) 6.000mq prezzo trattabile, Caoria frazione di Canal San Bovo (TN) 10.000 mq con maso e ampio fienile per € 200.000 e Val Visdende (BL) tra S. Stefano e Sappada 30.000 mq terreno pianeggiante con due ampie strutture edificate per € 300.000.

Tonezza è stata subito scartata per la vicinanza a Malo, mentre le altre due opzioni molto belle ma con un costo elevato.

Anche se la proposta è stata da tutti apprezzata, e si incoraggia la ricerca in area più limitrofa ma a costo più contenuto, il Consiglio Affari Economici ritiene che per il momento ci si debba orientare a sostenere l’impegno prioritario dell’area “bocciodromo” in quanto risposta a beneficio di tutta la comunità per gli interventi comprendenti: il gioco delle bocce, un deposito materiali gruppi, area pista pattinaggio, sala musica/discoteca.

 

VERBALE DEL CONSIGLIO PASTORALE DEL 25 MAGGIO 2017
Inizio ore 20,30
Presiede il Consiglio: Don Giuseppe Tassoni
L’incontro si apre dando la parola ai rappresentanti delle varie aree parrocchiali:
Per l’AREA LITURGICA, Stefano Casara propone al consiglio le sollecitudini raccolte negli incontri tenuti da Don Fabio Sottoriva che riguardano i vari momenti della Santa Messa ed esprime l’interesse di portare avanti un corso per lettori.
Per l’AREA ANNUNCIO, Carlo Bonato riferisce sull’ultimo incontro di area, in cui si è cominciato ad impostare il progetto per i prossimi anni, partendo dalla formazione degli educatori (catechisti, animatori, capi Scout). Per coinvolgere tutti, racco-gliendo bisogni, indicazioni e suggerimenti, è stato preparato un questionario che si sta discutendo nelle verifiche di fine anno dei vari gruppi.
Per l’AREA CARITATIVA, Anna Maria Gasparini porta il resoconto dei vari settori di quest’area iniziando dalla raccolta e la distribuzione di alimenti, vestiario della CARITAS che procedono bene, il GRUPPO MISSIONARIO anche se “vecchietto” procede con le raccolte di ferro e cartone, per MANI IN PASTA è stata acquistata una nuova macchina per la pasta, mentre GRANDANGOLO vorrebbe essere più presente nella comunità.
Per l’AREA SOCIALE, Cristina Ruaro riferisce sull’incontro avuto un mese fa con gli insegnanti di catechismo. Informa poi sull’incontro avuto con Don Giuseppe, autorità e rappresentanti delle sagre per trovare punti di incontro e spiegare il pro-gramma delle manifestazioni dalla sagra che si terrà nei giorni 7-8-9-10 settembre. Danilo Panizzon spiega la situazione sui migranti, riferendo che già due persone hanno ottenuto asilo politico e permesso di soggiorno. Uno di loro si è già trasferito mentre l’altro in accordo con la Caritas rimarrà a Malo fino al conseguimento del diploma di 3^media che sarà a breve.
SINODO GIOVANI. Don Luca presenta il cammino verso il Sinodo sui giovani e consegna il documento preparatorio. Indi-ca le tappe che porteranno a questo prossimo Sinodo dei Vescovi, che la nostra diocesi metterà come tema nel prossimo anno pastorale, a partire da settembre.
ORDINAZIONE DON DAVIDE. Don Davide, spiega che la cerimonia della sua ordinazione presbiterale sarà in cattedrale a Vicenza sabato 3 giugno alle ore 16.00. Dopo la cerimonia ci sarà un rinfresco in seminario aperto a tutte le persone che lo desiderano. Al momento dice di sentirsi abbastanza tranquillo e lunedì partirà per il ritiro spirituale che sicuramente gli porterà calma e distensione. Ricorda inoltre che domenica 11 giugno celebrerà la S. Messa delle ore 10.00 a Malo. Don Roberto in-terviene dicendo che questa può essere un’occasione per capire che il Signore continua a chiamare.
ORGANIZZAZIONE CAMPO MALO. Don Luca riferisce sull’organizzazione del campeggio, che ha confermato un’ottima fiducia da parte delle famiglie nelle richieste di iscrizione. I ragazzi delle medie (il gruppo più numeroso) sono stati distribuiti in due turni, senza lasciare a casa nessuno, grazie all’eliminazione del turno cresimandi. Pure da parte degli animatori c’è stato un buon riscontro, segnalando in particolare la disponibilità di molti ragazzi del 1999. Per l’organizzazione tecnica ci sono invece delle difficoltà nel trovare persone per il montaggio e lo smontaggio del campo. Per questo motivo, aggiunge Elia Filippi, il montaggio di quest’anno viene eseguito in tre weekend. Don Giuseppe fa notare che c’è tanto materiale da movimentare ogni anno e che forse è il caso di pensare all’acquisto di un terreno, (magari con un locale tipo “maso”) che diventi posto fisso per il campeggio e dove poter lasciare il materiale senza riportarlo a Malo ogni anno. Questa operazione consentirebbe di ridurre no-tevolmente l’impegno economico. Infatti, aggiunge Elia, al momento i costi per il trasporto del materiale sono di 3-4000 Euro e di 5800 Euro per l’affitto del terreno. Don Giuseppe ricorda che il campeggio parrocchiale va considerato anche come occasio-ne di catechesi tra le sue finalità. Elia Filippi afferma che con l’esperienza di quest’anno non ci sarà solo un cambiamento strut-turale ma anche di stile.
CATECHESI. Don Giuseppe asserisce che bisogna trovare il modo di unire le parrocchie di Malo e Molina. Sarebbe bello trovare dei punti di convergenza come una scambio aree ed un Consiglio Pastorale unico. L’ideale sarebbe che alcune celebra-zioni come Natale, Pasqua, Pentecoste e inizio Anno Pastorale siano fatte assieme. Bisognerebbe proporre di trovarsi ed iniziare a discutere sulla fattibilità. San Tomio, Molina e Malo stanno facendo cammini diversi nella catechesi, ma devono comunque seguire le disposizioni della Diocesi. Sicuramente in futuro ci saranno dei cambiamenti ma in ogni caso bisogna trasmettere uno stile di vita, una proposta concreta, una convinzione. Alla domanda di Stefano Casara se ci saranno dei cambiamenti nell’im-mediato Don Giuseppe risponde che dobbiamo staccarci dallo schema classico mentre Don Roberto afferma che sarà utile che le persone delle varie parrocchie si trovino assieme.
MESE DI MAGGIO. Don Giuseppe, vista la scarsa partecipazione, pone la domanda se sia il caso di continuare a celebrare la Messa nei quartieri nel mese di maggio, e aggiunge che oltre al valore della Messa lo scopo era di raggruppare le famiglie, di dialogare e di incontrarsi. Anche il Palio dei Capitelli doveva essere un motivo per coinvolgere i ragazzi e le loro famiglie e far nascere quell’entusiasmo che portava alla festa in Santuario. Quest’anno a Santa Libera c’è stata poca partecipazione alle Messe nella Festa del Santuario. Dobbiamo quindi riflettere se crediamo ancora nel valore della preghiera del Rosario, nel gioco, nella festa della Madonna o se ci siamo dati obiettivi troppo alti.
VARIE
Danilo Panizzon, interviene chiedendo precisazioni circa l’accoglienza in san Gaetano della “scuola Rigotti”; risponde don Giuseppe precisando circa le ispezioni avvenute per confermare l’idoneità dell’ambiente, le modifiche richieste (finestre) e come si sta procedendo alla formulazione di una convenzione che tenga presente tutte le richieste formulate dalla parrocchia e già portate a conoscenza del Consiglio nel precedente incontro.
Claudia Vemelli, come CARITAS, chiede se c’è la possibilità di organizzare una raccolta “Sostegni di Vicinanza” perché altre due famiglie di Malo hanno bisogno di un aiuto urgente. Accolta la proposta; si prolunga un solo sostegno fino a settembre.
Danilo Panizzon, informa che il Gruppo Migranti in collaborazione con la Caritas di Vicenza sta organizzando una mostra in San Gaetano e un concerto che si terrà il 16 giugno al Cinema Aurora.
Chiude l’incontro don Luca dando notizia della richiesta del Vescovo di inviarlo a Roma per studiare Teologia Morale presso la Pontificia Università Gregoriana, e comunica che rimarrà con noi a Malo fino a settembre. L’inattesa notizia suscita sconcerto e meraviglia.

Fine della riunione alle ore 22,45 - La Segretaria, Maria Rosa De Zen

 

VERBALE DEL CONSIGLIO PASTORALE DEL 30 MARZO 2017
Inizio ore 20,30 - Presiede il Consiglio: Don Giuseppe Tassoni
(Verbale tradotto in “sintesi” per motivi di spazio) Si inizia dando la parola ai rappresentanti delle varie aree parrocchiali:
Per l’AREA LITURGICA, Don Davide illustra gli incontri che si sono tenuti da Don Fabio Sottoriva riguardanti il rito della SS Messa. Sottolinea che nonostante ci fosse stata una partecipazione ristretta, la risonanza per i presenti è stata positiva e aggiunge che si è pensato di organizzare, in autunno, un corso per i lettori. Stefano Casara aggiunge che Don Fabio ha lanciato proposte e provocazioni tenendo presente cosa può essere accolto (eventi, segni, proposte) e come leggere la Parola di Dio. Stefania Lanaro completa l’intervento ricordando l’importanza della scelta dei segni che si portano all’altare durante l’Offertorio.
Per l’AREA CARITATIVA, Anna Maria Gasparini riporta che il Gruppo Caritas, è stato invitato assieme ad altre associazioni al 10° anniversario dello “Sportello donna e famiglia” (centro di ascolto e benessere a favore delle donne del Comune di Malo).
Per l’AREA SOCIALE, Gianni Chiumento spiega la situazione del Cinema Aurora informando che i film scelti sono consigliati da un esperto e che 25 volontari lavorano per portare avanti le proiezioni.
A tal proposito Don Giuseppe porta a conoscenza circa il ruolo e compito dei volontari e delle prossima normativa per regolare il loro servizio, e della delibera della Giunta Regionale circa la gestione delle sagre che entrerà in vigore nel 2018. I comuni entro il 30 novembre di ogni anno dovranno depositare l’istanza per lo svolgimento della sagra. Elia Filippi aggiunge che la sagra di Malo da parecchi anni viene regolamentata come richiesto dalla Regione e che ogni anno si aggiungono problemi burocratici a cui far fronte. Sempre più impegnativa la gestione.
Per l’AREA EDUCATIVA GIOVANI, Giulia Manea riferisce sull’incontro che si è tenuto per sottolineare l’importanza del rapporto genitori / figli. Ha riportato inoltre che il 30 gennaio scorso c’è stata la giornata di DON BOSCO che ha coinvolto Giovanissimi e Scout. Don Luca propone all’area giovani di iniziare a pensare insieme alla forma-zione degli animatori del campeggio. All’incontro di fine aprile verrà stilato un progetto per i prossimi anni.
Per quanto riguarda l’argomento SCUOLA RIGOTTI IN SAN GAETANO, Don Davide inizia leggendo la lettera che il Comitato Genitori ha consegnato per il Consiglio Pastorale sottolineando tutte le criticità che possono esserci nel far scuola in questo luogo. Don Giuseppe a sua volta legge la lettera che la Parrocchia ha inviato al Sindaco e riferisce che il team incaricato dal Comune di Malo, ha fatto un sopralluogo nei locali di San Gaetano e si è espresso con parere positivo.
CELEBRAZIONI E IL FUTURO DELL’UNITA’ PASTORALE CON MOLINA E SANTOMIO.
La nostra parrocchia, su indicazione della Diocesi, ha iniziato il cammino per realizzare l’Unità Pastorale di Malo”. Si è iniziato con Molina e prossimamente anche con S.Tomio. In questo spirito di unità e riduzione di sacerdozi, si sta riflettendo oltre al coordinamento dei gruppi, catechesi, iniziative… anche sulla opportunità di uno spazio adatto per accogliere questa nuova espressione di unità soprattutto in alcune particolari celebrazioni, come: apertura e chiusura dell’anno pastorale, Natale, Triduo Pasquale, Pentecoste, ecc. .
Don Luca conferma che per questo impegno bisognerà trovare un luogo che parta da un unico punto per andare verso le singole parrocchie. Un primo tentativo, le parrocchie di Malo, Molina e San Tomio sarà fatto con la Via Crucis che venerdì 7 aprile prossimo, d’accordo con Don Piero Astegno, si terrà alle Fornaci Zanrosso.
Riguardo alle Celebrazioni dei Sacramenti e relative feste annesse (consegna del Padre nostro, Festa del Perdono, comandamento dell’Amore, consegna del giorno del Signore, iscrizione al “libro dei catecumeni”, consegna della Parola...), pur essendo importanti per la catechesi dei ragazzi e delle famiglie, Don Giuseppe non ritiene opportuno che siano abbinate a delle richieste di denaro. Anzi, come sacerdote esprime il proprio disagio per le quote richieste e pensa si possa trovare un altro modo per fare festa assieme. Suor Idelma sottolinea che questi eventi servono a creare un avvicinamento alle famiglie e le richieste sono in ogni caso una volta all’anno. Don Giuseppe riconoscendo il valore della catechesi agli adulti, aggiunge che ci possono essere altre modalità per sostenere questi incontri, senza abbinare celebrazione dei sacramenti e richiesta di soldi per le feste programmate. Come pure sarebbe opportuno mettere un limite a regali (per le catechiste, i preti e le suore) e alle spese per la prima comunione (coroncine, vesti…). Elena Carbonara riporta il disagio di alcune catechiste nel raccogliere soldi data l’attuale precaria situazione economica. Cristina Ruaro sostiene che è possibile trovarsi a fare festa anche in uno spirito di condivisione, in cui ogni famiglia porta qualcosa da condividere insieme. Claudia Vemelli conferma che in questi ultimi tempi diventa difficile chiedere denaro in quanto ci sono molte famiglie con difficoltà economiche. Anche Stefano Casara propone di portare avanti uno stile di sobrietà. Suor Idelma ritiene comunque sia molto importante coinvolgere gli adulti, incontrarli, dar loro la parola e avere dei momenti gioiosi e di festa assieme. Don Giuseppe pensa che gli incontri possano essere strutturati in piccoli gruppi, per esempio con genitori e ragazzi di un gruppo, così diventa più semplice anche fare catechesi. Si tratta di ricercare altre modalità di catechesi e questo permetterebbe l’uso corretto delle sale del San Gaetano, specie dell’Auditorium non adatto per gruppi di bambini numerosi e non controllabili.
GRUPPO SCOUT di Malo. Don Giuseppe porta a conoscenza che la parrocchia è in trattativa con il Gruppo Scout (rappresentato dal MASCI) per un accordo di “diritto di superficie” quale concessione per realizzare la SEDE Scout. La concessione sarà valida per 30 anni, dopodiché tornerà di proprietà della parrocchia. La “Sagra dea Pisa” è stata organizzata proprio per il finanziamento di questo progetto.
DON DAVIDE !!!! Domenica 3 giugno alle ore 16.00 in Cattedrale a Vicenza, il nostro carissimo Don Davide Zanoni sarà consacrato sacerdote. Domenica 4 giugno celebrerà la sua prima messa nel suo paese d’origine Marano mentre la successiva domenica 11 giugno celebrerà a Malo la S. Messa delle ore 10.00.
Tutto il Consiglio Pastorale gli è vicino in questo importante passaggio e invita tutti a sostenerlo e accompagnarlo con la preghiera nel suo cammino.

Fine della riunione alle ore 22,30 - La Segretaria, Maria Rosa De Zen